Official opening: 4 ottobre 2017

mappe
MUSICA

Musica | A cura di Ponderosa Music&Art

TERRITORI | Cortile d’Onore

Ogni sera dalle 22.00 Palazzo Litta Cultura propone serate live con musicisti internazionali, una selezione curata da Ponderosa Music&Art.


Imprevedibili, sperimentali, anticipatori di tendenze e suoni, i Giant Sand – in concerto mercoledì 13 giugno alle ore 22.00 – hanno percorso più di vent’anni di rock alternativo, rileggendo le radici e le tradizioni della musica americana con un approccio non convenzionale, visionario e rigorosamente lo-fi. Fondatori assieme ai Thin White Rope nella prima metà degli anni Ottanta del cosiddetto desert rock, coniugano il verbo post-punk con le atmosfere aride della frontiera.


Giovedì 14 giugno alle ore 22.00 droni e battiti, perline cremisi e torreggianti cappelli neri di lana fanno da sfondo suggestivo per una rivisitazione fresca e inaspettata della musica roots di stampo est-europea . Il quartetto DakhaBrakhaprendere lasciare in antico ucraino – porta in scena il caos etnico come fosse la cifra stilistica essenziale dell’anima ucraina. Melodie folk di rara asimmetria suonate con una sbalorditiva quantità di strumenti provenienti da tradizioni musicali indiane, arabe, africane, russe e persino australiane, si intrecciano e si trasformano senza requie, dando vita a uno show destabilizzante che trascina il concetto stesso di world music alle sue estreme conseguenze. DakhaBrakha è un gruppo che ha sorpreso per originalità e freschezza i principali festival dei cinque continenti.


Chemirani Trio è un’ensemble di musica tradizionale persiana fondata nel 1988 da Djamchid Chemirani, maestro di zarb – tradizionale tamburo persiano, forse il più antico strumento a percussione del Medio Oriente – e dai suoi figli. Il Trio sul palco racconta storie e poesie di una Persia magica ormai dimenticata, esibendo le infinite possibilità delle percussioni iraniane nel Cortile d’Onore di Palazzo Litta venerdì 15 giugno alle ore 22.00.


Sabato 16 giugno alle ore 22.00 si esibirà il musicista turco Mercan Dede in collaborazione con Istanbul Quartet in un progetto che fonde est e ovest, tradizione e innovazione attraverso musica e arti visive. Divisa in due parti l’esibizione alternerà meditazione e suoni acustici che faranno poi spazio a sonorità energiche ed elettroniche.

Dopo le 24.00 la serata proseguirà con un poliedrico dj-set di Mercan Dede tra sperimentazione electro e melodie orientali, seguito in chiusura di festival da un Solo violoncello di Redi Hasa, talentuoso violoncellista in grado di spaziare da polifonie monostrumentali a sfumature folk, da quelle più ardite della reinvenzione della tradizione alla modernità assoluta.

Tickets are available online on TicketOne and Mailticket, with presales.
Admission:
One-day ticket: 12€
4-day Festival Carnet: 40€